Il settimo blocco energetico è quello pelvico. Il bacino.

In esso si possono rappresentare la sessualità, il senso di colpa, la vergogna, l’istinto, la pulsione, la grazia e l’ingorgo dell’energia.

Reich ha dato molta importanza a questa zona del corpo.

Definendolo Ingorgo Sessuale : alla base di ogni nevrosi c’è una insoddisfazione sessuale.

Se la vita sessuale era soddisfacente la persona era in buona salute.

Al contrario la persona era nevrotica.

In effetti Reich aveva ragione a dare importanza al bacino, ma è limitante far ruotare tutto intorno alla soddisfazione sessuale.

La vita pulsionale delle persone va anche oltre la sfera sessuale.

Il Primo Chakra situato alla base della colonna vertebrale, altezza osso sacro.

Muladhara significa Radici, rappresenta il nostro radicamento, il Grounding , istinto di sopravvivenza, sicurezza, soddisfacimento dei bisogni primari.

Le ghiandole associate sono le surrenali.

Gli organi associati sono : gambe, piedi, ano, intestino crasso, coccige, vescica, organi di riproduzione, denti e gengive.

Le ghiandole surrenali gestiscono lo stress, pertanto è di vitale importanza che il bacino non sia contratto.

Che non sia sottoposto a continue sollecitazioni stressogene.

Esistono due tipi di contrazioni pelviche : il bacino spostato in avanti e contratto  tenuto indietro.

La prima posizione ( tipica delle donne, soprattutto quelle che utilizzano i tacchi ) porta ad una scarica verso i genitali.

Significa che le sensazioni sessuali sono compromesse.

La seconda posizione è di carica, le sensazioni sessuali non vengono rilasciate ma trattenute.

Al bacino contratto in avanti solitamente corrispondono problematiche di eiaculazione precoce negli uomini e vaginismo nelle donne.

Al bacino contratto in dietro solitamente corrispondono problemi di mancanza di orgasmo.

Le problematiche provocate da contrazioni spastiche croniche sono veramente tante.

Si passa dalla mancanza di mobilità della pelvi a problemi di ritenzione anale.

Dalla mancanza di sensibilità alla totale anestesia delle varie zone erogene.

Al di sopra della pelvi c’è il ventre, dove sono contenuti i visceri.

Il ventre è tenuto in dentro per controllare e limitare le sensazioni sessuali, questo provoca limitazioni nella respirazione e nel grounding.

Respirazione e Grounding : il primo Chakra è il radicamento, il primo chakra contiene denti e gengive.

L’apparato gastroenterico inizia dalla bocca e finisce all’ano : oro-fecale.

Se vogliamo sentirci vivi sessualmente dobbiamo radicarci e respirare, se vogliamo percepire  le sensazioni sessuali dobbiamo radicarci e respirare.

Le due strutture sono direttamente collegate : la fascia orale è collegata a quella pelvica.

I movimenti del bacino sono collegati direttamente alla respirazione

Nella mia pratica ho visto pochissime persone libere completamente, di solito si tende a controllare una parte.

Se respiro in modo spontaneo ed addominale contraggo i muscoli pelvici, se lascio morbidi i muscoli pelvici si blocca il respiro.

Questo perché lasciarsi andare completamente fa paura, una parte del nostro Sè dobbiamo sempre controllarlo.

Limitare e controllare le sensazioni sessuali perché fanno paura o perché creano senso di colpa o vergogna.

E’ una illusione di sicurezza che ci fa perdere di vista il piacere, sopratutto quello sessuale e la capacità di provare piacere.

Ma anche la capacità di abbandonarsi.

Il bacino è la parte del corpo più vicina alla madre terra, è la parte del corpo in cui risiedono pulsione ed istinto.

E’ la parte del corpo in cui risiedono la grazia e l’armonia.

Se ci fate caso quando si vede camminare una persona l’andamento aggraziato dipende se il bacino è libero oppure no!

Un bacino che segue il ritmo del respiro oscilla e ruota, rimane fluido nel movimento sia nel camminare che nell’atto sessuale.

Liberarsi dei meccanismi di difesa ed assecondare le sensazioni che provengono dal bacino ci rende più aggraziati.

Così come succede negli animali…ci rende più spontanei.

Ricordo nel 2009 quando sono partito per il Brasile per presentare una relazione dal titolo : rivelazione della grazia del vero Sè.

Prima di partire il direttore della scuola di bioenergetica mi disse :

“appena arrivi guarda tutti i fondo schiena e quando torni mi dirai”.

Rimasi un po di stucco, ma poi realizzai.

Grossi, grassi, piccoli, enormi, maschi, femmine…tutti i fondo schiena erano liberi.

Pieni di movimenti armonici, aggraziati ed in piena libertà di espressione.

Ne avessi visto anche solo uno bloccato !!!

A differenza nostra che siamo contratti iniziando dalla educazione non sempre corretta che i bambini e bambine ricevono nella primissima infanzia.

Evitare loro di tenere le gambe contratte e chiuse ma di esprimersi liberamente.

Nella pelvi prende forma la vita, si genera la vita, è una parte del corpo nobile e come tale bisogna trattarla bene.

Prendersene cura con gli esercizi di bioenergetica specifici per liberare tutti i muscoli del bacino dalle spasticità croniche.

Dare la possibilità che torni ad essere quella parte del corpo spontanea e piena di vitalità.

Priva di sensi di colpa, vergogna, timidezza ed imbarazzo.

Per fare ciò la persona deve essere “integra” : testa, cuore, pancia, bacino, sentimenti emozioni, istinti, pulsioni.

Liberate il bacino e godetevi la vostra libertà sessuale ma sopratutto per godere della vita in ogni sua forma.

 

Share This