Puoi migliorare se non curare la tua salute mentale con la nutrizione.

È ormai risaputo che alcuni tipi di macro e micronutrienti migliorano, in alcuni casi guariscono, l’aspetto mentale.

Pertanto la tua salute mentale dipende dalla tua Nutrizione Psichiatrica.

La Nutrizione Psichiatrica è la nuova frontiera per i disturbi mentali e la salute mentale.

Studi scientifici dimostrano che la carenza di alcuni nutrienti essenziali contribuiscono alla insorgenza di disturbi mentali.

Tra i più frequenti si citano : ansia, depressione, disturbo bipolare, schizofrenia, ecc.

In questi ultimi anni si parla molto e prende sempre più piede una branca della medicina psichiatrica chiamata : Psichiatria Nutrizionale.

È una disciplina in costante aumento. 

Tale disciplina si concentra sull’uso di alimenti ed integratori utili nei disturbi mentali.

Sia come integrazione al trattamento farmacologico che come terapia di primo acchito nei casi meno gravi.

Per la medicina tradizionale non sono ampiamente accettati gli approcci nutrizionali a tali problematiche.

Nella mia esperienza, ma si parla di esperienza personale e non di studi scientifici, i risultati sono evidenti.

Se alla Psichiatria Nutrizionale viene associata una terapia integrata ed un percorso personale di consapevolezza.

L’approccio della medicina integrata è personalizzata, si valutano tutti gli aspetti della persona sia fisici che psichici.

In tale contesto diamo molta attenzione alla nutrizione.

Sappiamo tutti l’importanza della nutrizione in ogni ambito della medicina.

Lo diceva Ippocrate sin dalla nascita della medicina.

In tutto ciò le opzioni  terapeutiche tendono ad essere limitate alle linee guida ufficiali.

Il National Institute For Care Excellence ( NICE ) raccomanda le terapie anti depressive.

L’uso degli antidepressivi è raddoppiato, se non triplicato, in questi ultimi anni.

Ad esempio in Inghilterra nel 2016 son state emesse 65 milioni di prescrizioni per antidepressivi.

Un aumento del 3,7 milioni rispetto al 2006.

Mentre uno studio dimostra che la terapia antidepressiva è efficace, pertanto dovrebbero essere emesse ulteriori prescrizioni.

Quest’ultimo è il concetto fondamentale della medicina tradizionale.

Ho la pillola che cura e la prescrivo.

Purtroppo, la pillola che cura la depressione non esiste. In tutti questi anni non ho visto un solo paziente uscire dalla depressione con la sola pillola antidepressiva.

Diventa ancora più preoccupante la costante crescita di bambini, sotto i 18 anni, che manifestano problemi di depressione.

In Scozia più di 5.000 bambini hanno ricevuto antidepressivi per ansia e depressione.

Il farmacologo britannico David Healy afferma, con studi clinici alla mano, che gli antidepressivi non hanno alcun beneficio.

Anziché migliorare l’umore hanno peggiorato la situazione spingendo i pazienti al suicidio.

Healy asserisce che gli antidepressivi siano troppo prescritti e che non ci siano prove sulla loro efficacia.

Al contrario, creano dipendenza ed effetti collaterali mal sopportati e che non si possa fare affidamento al farmaco.

Nutrizione e Cattiva salute mentale.

In molti paesi Europei le persone mangiano tanto ed una maggiore variabilità di alimenti.

Ma non si evidenzia un loro stato di salute sano ben nutrito.

Ciò dipende molto dal tipo di alimentazione, anche se molto varia.

La maggior parte delle persone mangiamo alimenti, pur contenenti nutrienti essenziali, scadenti, lavorati e conservati.

Medici che da molti anni ci occupiamo di salute mentale e medicina integrata, conosciamo benissimo l’importanza della alimentazione.

Pare che solo ora gli psichiatri di medicina tradizionale si stiano avvicinando a questo tipo di approccio alla persona con disturbi mentali. 

All’argomento ho dedicato più di un articolo per l’importanza di un approccio integrato.

Molti studi confermano che alcuni disturbi mentali dipendono da una infiammazione del cervello.

La risposta infiammatoria inizia nell’intestino ed è associata una una mancanza di nutrienti.

Alcuni di essi sono di importanza vitale per un buon funzionamento del nostro “sistema” corpo.

Come ad esempio : Magnesio, Acidi Grassi Omega-3, Probiotici, Vitamine e Minerali che sono essenziali.

Ricerche recenti hanno dimostrato che integratori contenenti i sopraccitati nutrienti sono efficaci in molti disturbi.

Tra i quali si annoverano : Ansia, Depressione, Migliorare l’Umore, la Capacità Mentale di persone con Alzheimer.

Il Magnesio è uno dei minerali più importanti per il buon funzionamento del cervello. A tal proposito vi invito a leggere il relativo articolo.

Gli Acidi Grassi sono altrettanto importanti e fondamentali per lo sviluppo e la funzione del Sistema Nervoso.

La carenza è associata a declino cognitivo, umore basso e scarsa comprensione.

Il ruolo dei Probiotici ( Psicobiotici ) ciò batteri vivi che migliorano lo stato umorale , la depressione e l’ansia.

Esistono, ad oggi, una miriade di studi che evidenziano l’importanza dei probiotici nei disturbi dell’umore.

Tanto da dare a certi tipi di batteri il nome di Psicobiotici, batteri specifici per la migliore funzionalità cerebrale.

Non solo, alcuni dei psicobiotici sono anche antinfiammatori per le cellule cerebrali.

Integratori.

La dieta è la prima medicina e l’alimentazione sana è di fondamentale importanza.

Cercare alimenti che siano con alto valore vibrazionale, freschi, vivi e senza conservanti e/o coloranti, additivi, ecc.

In alternativa ad una sana alimentazione, per color che non hanno possibilità di cimentarsi in cucina.

Si possono utilizzare degli integratori. 

Sono disponibili ovunque, dal supermercato, passando dalla farmacia ai negozi di prodotti naturali.

Chiedete sempre al vostro medico per controllare la qualità, la giusta concentrazione e proporzione dei vari nutrienti contenuti.

Nota.

Attualmente si discute molto sulla efficacia degli antidepressivi.

Pertanto. l’uso di integratori alimentari offre una via alternativa con un potenziale enorme nel fare la differenza.

Molte prove scientifiche evidenziano che la Psichiatria Nutrizionale dovrebbe avere maggior peso e ruolo nei disturbi mentali.

Anche solo per ridurre il costo, tutti i medici e psichiatri dovrebbero essere a conoscenza di tale opportunità.

Anche i medici generici dovrebbero consapevoli della connessione tra cibo, infiammazione e malattie mentali.

I medici di “medicina alternativa” conoscono benissimo l’importanza del cibo e del valore aggiunto degli alimenti.

Sarebbe ora che si iniziasse una educazione medica seria sull’importanza degli alimenti e della nutrizione in tutti gli ambiti della medicina .

Share This