Il più delle volte, quando si parla del proprio Sé, di se stessi, si utilizza un “tropo” o traslato è l’utilizzo retorico di una “deviazione e trasposizione di significato” :  al termine che normalmente si utilizza se ne sostituisce un altro la cui “essenza” si sovrappone a quella del termine sostituito, creando una immagine di forte carica espressiva, La Metafora

All’incirca è nei primi due minuti che ci si esprime con tale metodica e, la maggior parte delle volte, ci si  dimentica e non  si ritorna su tale espressione.

A volte sono detti popolari, espressioni verbali ricorrenti, dialettali, modi di dire.

Ma se si sta attenti alla comunicazione ed inserito nel contesto della persona che parla possono rivelare una parte del mondo interiore di ognuno di noi.

In Bioenergetica hanno una funzione e significato importante, così come lo era per Reich ogni singolo gesto,  ad esempio un Tic.

Esprimono in modo netto la relazione tra funzione somatica e problema psichico.

Partendo dalle gambe e dai piedi, che oltre alle funzioni che tutti conosciamo, sono una parte del corpo considerata come le fondamenta e quindi di supporto all’intera struttura e dell’Io.

In analisi bioenergetica si dice : più sei radicato ( Grounded ) più sei a contatto con te stesso e la realtà.

Di una persona diciamo che ha i “piedi piantati per terra “ per dire che ha una buona sensazione della realtà, al contrario “ avere la testa tra le nuvole”.

La mancanza di contatto con la terra, il suolo, è sinonimo di pausa di cadere : ansia di cadere.

L’insicurezza della parte inferiore del corpo è compensata dalla parte superiore  aggrappandosi con le braccia e soprattutto con gli occhi alla realtà oggettiva.

Se tale funzione di supporto è debole ci possono essere anche problemi di motilità ( Bioenergetica Psicoterapia Integrata ), portata ad un estremo diciamo : “ hanno le gambe di piombo”.

Le gambe possono essere deboli, pesanti, leggere, simmetriche, polpacci grossi e gambe piccole, caviglie grosse e gambe piccole, ginocchia rigide

Nell’analisi della struttura si dedica attenzione tanto a ogni singola componente quanto all’aspetto complessivo. ( Lowen )

I piedi, la base del corpo e, forse, la parte più importante, possono avere differenti forme : morbidi, contratti, spastici, rigidi, piatti, troppo rilassati. pianta larga o stretta.

L’attenzione è rivolta alla posizione assunta dalla persona, alla Postura ( di come sta al mondo ) : è in armonia, inclinata in avanti, tirata indietro, il peso del corpo appoggia sui talloni o sull’avampiede, sulle gambe o sul sacro?

L’espressione comune descrive bene un atteggiamento di questo tipo : la persona “è una facile preda”.

Salendo verso l’alto arriviamo al bacino, parte importante perché connessa alla funzione genitale. Può essere libero ed ondeggiare armoniosamente, oppure contratto e tirato indietro, rigido spostato in avanti oppure indietro.

Un bacino libero da blocchi energetici dona all’intero corpo una armonia e grazia decisamente bella da vedere. La maggior parte di noi, sopratutto le donne tendono a spostare il bacino in avanti con le ginocchia serrate ed il peso sull’avampiede, questo influisce molto sul rachide ( accentua la lordosi e provoca una compensazione della cifosi ) dando l’impressione che la persona tenga i glutei contratti per chiudere gli orifizi naturali, tipico di alcune strutture caratteriali.

Un bacino immobile denota bassa potenza sessuale, un bacino contratto, tirato indietro rappresenta repressione sessuale.

Arriviamo alla colonna vertebrale, la sua importanza è evidenziata dal semplice detto popolare : non hai spina dorsale. Denota un grave disturbo della personalità. Se ricurva non può esserci una forza nell’Io, se dritta e rigida la forza dell’io è portata ad eccesso a scapito della flessibilità, più aumenta la forza per “sorreggersi” più diminuisce la flessibilità sia della colonna e quindi della postura che della personalità. La colonna vertebrale ci da la forza per andare avanti o tirarci indietro.

L’importanze del respiro era nota già a Reich, lo stesso Lowen ne sperimentò su se stesso tale importanza. La respirazione, insieme al Grounding,  è la base della Bioenergetica.

Le metafore sulla respirazione sono veramente tante : respiro corto, di petto, superficiale, apnea, petto gonfio, tutte denotano in qualche misura disturbi della personalità e relazione con l’ansia di cadere.

Come in tutte le cose è l’equilibrio che fa la differenza, troppa rigidità o troppa rilassatezza hanno a che fare con disturbi dell’Io. Ad esempio un petto rigonfio denota un Io gonfiato.

L’analisi del respiro è di fondamentale importanze per capire lo scorrere delle sensazione nel corpo , se libere o bloccate in determinati distretti.

Le spalle e la loro posizione sono significative per le funzioni dell’Io, Le spalle ed il collo sorreggono l’Io. Spalle retratte rappresentano collera repressa, trattenere l’impulso a colpire, le spalle tirate verso l’alto ( tipica delle struttura Psicopatica ) sono connesse alla paura, quadrate esprimono atteggiamento virile, le spalle ricurve denotano i pesi,  i fardelli della vita.

La testa ed il suo portamento denotano la qualità della personalità, gli occhi ne determinano l’intensità e la qualità; possono essere : lucidi, scintillanti, brillanti, spenti, vuoti, esprimo tristezza, collera, dolcezza e durezza, attraenti.

L’energia degli occhi dipende molto dalla qualità e quantità della contrazione mascellare. A volte è ben evidente come un viso possa avere due espressioni contrastanti : mascella contratta con occhi deboli e timidi, oppure mascella debole ed occhi forti.

Le mascelle esprimo molto le sensazione ed emozioni della persona : spostate in avanti esprimono determinazione, ulteriormente spostate in avanti conferiscono un aspetto combattivo, sporgenti hanno un significato di sfida.

LE METAFORE DEL CORPO

Non ci vedo dalla rabbia, ho il fegato amaro, avere fegato, bocca amara, la faccio sotto dalla paura, sono in prigione,  petto incastrato,  hai le spalle,  senza colonna vertebrale, piedi piatti, sedere dritto, vedo nero, senza fiato, testa tra le nuvole, a bocca aperta, lavarsi le mani, mani bucate, toccare con mano, denti  stretti, avere naso, ficcare il naso, sognare ad occhi aperti, dare nell’occhio, aprire gli occhi, tagliare la corda, non stare nella pelle, avere i nervi a fior di pelle, puntare i piedi, in punta di piedi, prendere piede, mani fredde cuore caldo.

Ognuno di voi può aggiungerne in base a quelle che sono le proprie sensazioni che esprimo un  stato d’animo sia nel bene che nel male.

Share This