LETTURA DEL CORPO

La definizione di Bioenergetica è : l’interpretazione della personalità sulla base della lettura del corpo.
Questa definizione non deve trarre in inganno, suscitare incomprensioni e/o malintesi. Perché il corpo è in continua “omeostasi” dinamica di cambiamento.

inoltre, come dice Lowen :

“Non si può fare terapia con i Tipi Caratteriali. Si può aver bisogno di una tipologia per capire meglio, ma non si può fare terapia su questa base. Bisogna vedere l’individuo, la sua unicità. Questo perché ogni corpo è unico. Può essere fatto risalire ad un carattere ma è sempre unico”.

L’approccio Omeopatico è identico, si cerca il “Simillimum” ( Il rimedio simile ) perché ogni individuo è unico, come diceva P. Paschero : “ Non prescrivere Lycopodium se quel paziente non è Lycopodium”.

La suddetta premessa per dire che la lettura del corpo ha validità nel momento in cui viene eseguita, come se fosse un fermo immagine di quell’istante.

La lettura ci permette di capire il “movimento” ed il “processo energetico” : se l’energia fluisce liberamente, se il respiro è libero, se l’espressione è armonica, in una unica parola se quel corpo è in grazia.
Oppure, se esistono dei blocchi, delle fissazioni ( Hungs Up ) che non permettono la libertà del movimento.

Nel corpo possiamo leggere la struttura del movimento per capire quale sia l’affetto bloccato dalla formazione della Corazza Caratteriale.

Le emozioni bloccate in un distretto corporeo determinano le fissazioni le quali impediscono la libertà di espressione sia corporea che verbale.
Questo “trattenere” ci fa perdere energia. la funzione principale per capire quanta energia ha un corpo è il respiro. Tratteniamo il respiro per controllare le emozioni ma è solo una illusione.

Per Lowen il processo energetico è importante perché esprime l’alternarsi della vita : contrazione ed espansione ( così come succede al cuore ), una ha bisogno dell’altra in un continuo alternarsi ritmico ed armonico. Lo stallo in una delle due fasi crea dei disagi psichi ed emotivi.
L’alternanza del processo energetico ci dice : “come sta al mondo quella persona “, se è carico o scarico, se armonico o disarmonico, se respira o in apnea, se radicato o con la testa tra le nuvole, ecc.

Nel e sul corpo è scritta la storia “Biopatografica” di ogni persona.

Tengo a precisare che la lettura del corpo in Bioenergetica si riferisce al corpo emozionale e non al linguaggio non verbale.

Il linguaggio non verbale può essere integrato a quello emozionale solo nel momento in cui si ha la certezza di aver compreso le dinamiche della Corazza Caratteriale.
In base a questa “valutazione” si inizia il lavoro corporeo, partendo dal Respiro e dal Radicamento, utilizzando esercizi e movimenti espressivi per ripristinare l’energia, per liberarsi del blocchi ed avere libera espressione del proprio Sé, Consapevolezza e Padronanza.

Share This