Essere Grounded : essere a contatto con se stessi

Dopo la pubblicazione dell’ultima frase del giorno ho sentito il bisogno di scrivere un articolo dedicato ad uno dei principi fondamentali della Bioenergetica, cioè il “ Grounding” .

Perché ???

Perché tutti noi siamo abituati a stare in testa,

“Riconosciamo nella testa il centro focale dell’Io ( Il Generale ), il centro della coscienza e del comportamento deliberato”. A. Lowen.

Quando capiremo e saremo coscienti che più del 90% di quello che facciamo è diretto dalla parte bassa del nostro corpo e cioè dalla inconsapevolezza e che solo il 10% è diretto da quella consapevole…ci apparirà evidente l’importanza dei nostri piedi e della parte bassa del corpo.

I principi base della Bioenergetica sono :

  • Appoggio delle basi ( piedi ) – Grounding
  • Importanza del Respiro
  • Carica – Contenimento e Scarica Energetica
  • Rilassamento Muscolare Profondo

La sensazione e non solo del contatto con i piedi con la terra è conosciuto in Bioenergetica come “Grounding”.

Significa che si è a contatto con se stessi e che la sensazione dello scorrere dell’energia di eccitazione arriva fino ai piedi.

In questo caso la persona è collegata alla terra e non ha la “testa tra le nuvole”, con la testa “per aria”…come si suol dire.

Si può dire che : avere Grounding è avere i piedi per terra.

Tradurre questa espressione significa dire che la persona sa dove è e chi è.

Sapere dove siamo : è la posizione che occupiamo nel mondo, cioè che siamo qualcuno,  non agli occhi degli altri ma ai propri. Il corpo stesso ci indica la posizione che occupiamo nel mondo.

Ciò si evince benissimo nella figura del diaframma di Bioenergetica e nelle immagini dei relativi caratteri di Bioenergetica.

Sapere chi siamo : significa essere a contatto con se stessi, tradotto : una  persona che ha consapevolezza del proprio Sé, che si conosce, conosce i propri limiti ed i propri confini, la propria energia e le proprie possibilità. Ha consapevolezza e padronanza del proprio Sé.

Il Grounging rappresenta il contatto della persona con la realtà base della propria esistenza.

E’ radicato, identificato nel proprio corpo, consapevole della propria sessualità e teso al piacere.

Ma soprattutto è sicuro di se stesso.

L’espressione verbale di una persona insicura in gergo popolare ( Vedi :  le metafore del corpo ) è : mi manca la terra sotto i piedi.

Ho avuto a che fare con pazienti che hanno vissuto e subito il terremoto in Emilia e la loro prima espressione è stata proprio quella,  ancora dopo anni continuano ad avere la sensazione che manchi la terra sotto i piedi.

Questo fa capire quanto sia importante essere radicati, avere i piedi piantati per terra e non la testa tra le nuvole.

Il Grounding implica che la persona sia capace di “lasciarsi andare” di “lasciarsi cadere “.

Di abbassare e far scendere la propria energia nei propri piedi e non farla rimanere nella testa.

Un percorso di terapia Bioenergetica finisce quando il paziente cammina e sta nei propri piedi…significa che è consapevole ed a contatto con se stesso.

Lowen dice : “lasciarsi andare” significa “lasciarsi scendere”, perché inconsciamente noi ci teniamo su di continuo.

La maggior parte delle persone sono “Appesi” in alto, le famose Fissazioni o Hungs Up di Lowen.

Abbiamo paura di cadere e di non riuscire e perciò di lasciasi andare ed abbandonarci alle nostre sensazioni “.

Mabel Ellsworth Todd, in The Thinking Body, pubblicato per la prima volta nel 1937, osservò :

“ L’uomo si è fatto assorbire dalle parti superiori del corpo nel perseguire mete intellettuali e nello sviluppo di abilità manuali o verbali. Questo, oltre a false teorie sull’aspetto o la salute, ha trasferito il suo senso di potenza dalla base alla sommità della sua struttura. Usando così la parte superiore del corpo per fini di potere, ha stravolto le funzioni naturali dell’animale e ha in gran parte perso sia le acute facoltà sensoriali dell’animale sia il controllo del potere accentrato nei muscoli lombari e pelvici”.

In Bioenergetica lo scopo del Grounging è quello di donare alla persona la possibilità di identificarsi con la propria natura animale e cioè con la metà inferiore del proprio corpo, sede delle pulsioni e degli istinti.

La metà inferiore del corpo è molto più simile a quella animale ( locomozione, defecazione, sesso )  rispetto a quella superiore ( pensiero, linguaggio, razionalità, manipolazione dell’ambiente ).

E’ nella nostra natura animale che risiedono le qualità di ritmo e di grazia.

Spingersi verso l’alto significa perdere in qualità della vita e del suo ritmo e della grazia naturale del corpo.

La Bioenergetica, con specifici esercizi, aiuta la persona a “scendere”, a portare l’energia verso la pelvi e dalla pelvi ai piedi per radicarsi.

Esercizi che rispettino il ritmo naturale del corpo : contrazione ed espansione.

Ad ogni esercizio di contrazione ne segue uno di espansione e viceversa con un ritmo che rispetti il più possibile i blocchi energetici della persona.

Il corpo è molto delicato e va rispettato, ha dei tempi molto diversi di quelli mentali ed una memoria molto più profonda.

Gli esercizi di radicamento oltre che mettere la persona con i piedi per terra aiutano ad avere consapevolezza ed “essere centrati “.

Per la pratica Giapponese essere centrato significa avere “Hara”, avere il proprio centro nel bassoventre, per Durkheim tale centro è situato 5 centimetri sotto l’ombelico.

Se una persona è centrata in questo punto significa che ha Hara : è una persona equilibrata sia fisicamente che mentalmente.

 

Durkheim scrive: “Quando un uomo possiede hara al massimo grado,   ha la forza e la precisione necessarie per compiere azioni che altrimenti non gli sarebbero mai possibili, nemmeno con la tecnica più perfezionata, l’attenzione più intensa o la forza di volontà più determinata. Solo ciò che è fatto con hara riesce pienamente” .

Lowen : “ il ventre è letteralmente la sede della vita, attraverso la pelvi si ha contatto con gli organi sessuali, le gambe ed i piedi. E’ nel ventre che veniamo concepiti e dal ventre scendiamo verso il basso e verso la luce”.

La mancanza di “contatto” con questo centro vitale è causa di squilibrio in tutto il corpo.

Avere Grounding è la base per essere radicati nella propria verità, accettando se stessi e sopratutto i propri vissuti.

Quanti di noi hanno bisogno di appoggio?

Analizzando la postura delle persone si nota che ben pochi hanno un solido appoggio nei propri piedi, ma lo cercano all’esterno.

Può essere : un bastone, un muro, un amico/a, ecc.

Questo è sinonimo di insicurezza.

Radicarsi è sinonimo di sicurezza in se stessi e cercare l’appoggio esterno lo si fa con consapevolezza, non perché  sia un bisogno inconsapevole.

Infatti, acquistando Grounding si diventa più Consapevoli, più Capaci di esprimersi, di avere Padronanza in Se Stessi : avere quindi una “posizione”..sapere dove siamo e chi siamo.

Bioenergeticamente parlando il trauma, psicofisico che sia, riduce la capacità del contatto della realtà, percepita anche a livello corporeo con la perdita del radicamento.

Ciò porta ad una maggiore identificazione con la parte alta del corpo e quindi con i propri pensieri ed illusioni.

Esempio eclatante di una situazione di questo tipo si verifica nella prima delle strutture caratteriali di Lowen e cioè lo Schizoide.

Tale struttura caratteriale è dissociata tra la parte alta e bassa del corpo, tra la mente ed il corpo.

Pertanto, abbiamo tutti bisogno di essere radicati, di essere Grounded ed avere fiducia in se stessi e nel proprio corpo.

Lasciate libero il ventre, flettete le ginocchia e radicate i piedi…avrete una vita più libera.

 

 

Share This