Dare Voce al Sè : Respirare ! L’Ossigeno è VITA.

Respirare in modo sano è sinonimo di vitalità.

Dopo L’articolo dedicato al grounding  ( Essere Grounded : Essere a Contatto con Se Stessi ) è arrivato il momento di parlare del Respiro in Bioenergetica.

 

Insieme al Grounding, Carica – Contenimento e Scarica Energetica ed al Rilassamento Muscolare Profondo, la Respirazione  è uno dei principi  basi della  Bioenergetica.

 

Tutti noi conosciamo l’importanza della respirazione, senza ossigeno si muore !!

 

Ogni singola cellula del nostro copro ha bisogno di ossigeno ed è proprio la mancanza di tale sostanza a provocare danni irreparabili alle suddette cellule.

 

La respirazione alimenta mente e corpo, ossigena cellule e tessuti rifornendoli di energia per eseguire tutti i processi metabolici.

 

La respirazione sana è quella naturale,  Spontanea, Diaframmatica, addominale e senza blocchi allo scorrere dell’energia.

 

E’ ciò che si nota nei bimbi piccoli, negli animali che inspirando  generano un’onda che dalla bocca arriva fino alla profondità del bacino e viceversa nella espirazione.

 

La respirazione spontanea rispetta uno dei principi della nostra vita e della Bioenergetica : Contrazione ed Espansione.

 

Un movimento con alternanza armonica del quale non possiamo farne a meno, così come succede al cuore.

 

Un movimento che permette a tutto il corpo di essere ossigenato e pieno di energia.

 

In Bioenergetica si valuta attraverso il processo della respirazione il livello energetico della persona.

 

Se il respiro è libero e spontaneo, se respira di petto, se trattiene il respiro, se il respiro è superficiale, se il respiro è paradossale, ecc.

 

Espressioni tipiche dei disagi relativi al respiro sono : ho il fiato corto, affanno, respiro di petto, soffoco, tiro il fiato, ansimo, ecc. ( Metafore del Corpo ).

 

Le emozioni forti, negative e trattenute ne sono la causa principale, pensate ad esempio alla PAURA, RABBIA, ANSIA, TRISTEZZA, DEPRESSIONE, ecc.

 

Il lavoro Bioenergetico aiuta a liberarsi delle suddette emozioni con un lavoro corporeo specifico e non solo.

 

Non pensiamo mai al nostro modo di respirare perché ne siamo inconsapevoli.

 

Diamo per scontato che quella è la nostra modalità e di conseguenza la nostra normalità.

 

Non pensiamo mai a quanto sia importante respirare, riempire a pieni polmoni il nostro sangue di ossigeno.

Di quanto questo atto spontaneo sia curativo.

 

Un deficit di Ossigeno ( Ipossia ) o deficit di apporto ematico ai tessuti ( Ischemia : cardiaca, cerebrale, ecc. )…per fare degli esempi.

 

Ricordo anche che il polmone, insieme ad atri organi, ad esempio intestino, fegato, reni, ecc, è un organo emuntorio, cioè un organo che ci detossifica, depura, pulisce l’organismo da tossine,

 

le quali, insieme alla carenza di ossigeno, sono causa di gravi patologie croniche e degenerative.

 

Ossigenare le cellule significa anche :  rallenta l’invecchiamento, potenzia il sistema immunitario, aiuta il cardiocircolatorio,, ecc.

 

La Depressione  ( mancanza di pressione : energia ) è curata molto bene anche solo con il respiro e gli esercizi specifici per tale problematica.

 

Ma perché non respiriamo ???

l’ILLUSIONE…non ci crederete, ma l’illusione è il motivo principale che ci impedisce di respirare liberamente.

 

Tratteniamo il respiro credendo di poter controllare i disagi ed il dolore, ecco l’illusione.

 

Di poter controllare le emozioni, le sensazioni che percepiamo dolorose e pericolose per il nostro organismo.

 

Inoltre, non respiriamo, perché esistono dei blocchi energetici che impediscono lo scorrere spontaneo dell’ossigeno per tutto l’organismo.

Si distinguono sette blocchi energetici :

•OCULARE

•ORALE

•CERVICALE

•TORACICO

•DIAFRAMMATICO

•ADDOMINALE

•PELVICO

Nell’articolo dedicato ai blocchi energetici ne spiego la formazione.

 

Tornando alla respirazione è importante conoscere tali blocchi per aiutare la persona ad avere

un respiro libero e spontaneo.

 

Proprio attraverso la respirazione, oltre che radicarsi ed il lavoro corporeo bioenergetico, si sciolgono le contratture muscolari croniche, così il corpo è libero di poter respirare spontaneamente.

 

Le tensioni croniche sono provocate da disagi emotivi, dai conflitti creati ed irrisolti verificatesi nel corso dello sviluppo.

 

Così come succede nelle Strutture Caratteriale, ognuno di noi può avere una zona del corpo bloccata che impedisca la respirazione.

 

Una buona respirazione, spontanea e profonda, scioglierà tali blocchi ed i relativi conflitti che li hanno creati.

 

Aumenta così l’energia a disposizione, le sensazioni corporee, la percezione di se stessi e della realtà che ci circonda,

 

l’emersione dei sentimenti, l’eccitazione, la passione, la sessualità e la libertà di potersi esprimere liberamente.

 

A pensarci tutto questo non è poco !!! 

 

E lo si può ottenere senza spendere un solo centesimo…semplicemente imparando a respirare.

 

Uno stato di quiete interiore è possibile anche solo con la respirazione.

 

Quante persone ho visto stare meglio e gestire meglio stati emotivi forti, come gli attacchi di panico, ansia, irrequietezza, agitazione ed anche il sonno con la semplice respirazione.

 

Molti pazienti mi raccontano che fare esercizi di respirazione prima di addormentarsi aiuta ad avere un sonno profondo e riposante.

 

Personalmente credo che la respirazione sia la chiave per aprire in modo veloce e diretto i blocchi che impediscono lo scorrere dell’energia.

 

Perché è la via più diretta per aumentare il livello energetico

 

Man mano che la persona respira in modo più profondo si sciolgono le tensioni, il corpo acquista maggiore vitalità e maggiore consapevolezza delle sensazioni corporee.

 

Si liberano le emozioni che bloccano la respirazione spontanea e profonda riportandole alla mente per essere elaborate e liberate.

 

Non esiste una tecnica precisa per eseguire gli esercizi di bioenergetica, ognuno di noi ha bisogno di determinati tipi di esercizi ed essere seguito da persona capace e che sappia leggere nel corpo il blocco respiratorio.

 

Questo per avere una respirazione piena e profonda, Diaframmatica addominale, ma soprattutto consapevole.

 

Se invece volete limitarvi ad avere una respirazione profonda e spontanea ,

 

gli esercizi base di respirazione può eseguirli chiunque, libri su tale argomento potete trovarli in quasi tutte le librerie.

Inoltre, pensando che la maggior parte di noi respira male, qualsiasi tecnica che aiuti a tale scopo può andar bene,

che sia lo Yoga, Meditazioni,  Esercizi Posturali, ecc.

 

PERCHE’  RESPIRARE SIGNIFICA DARE VOCE AL SE’ ???

 

Respirare in modo spontaneo, sano e profondo significa dare voce al proprio Sè, la persona è libera di potersi esprimere senza ostacoli, comunicando quelli che sono i propri bisogni.

 

Una mascella serrata, la gola contratta, il petto teso e tirato verso l’alto, il diaframma contratto impedisco lo scorrere dell’aria e dell’ossigeno, di conseguenza impediscono e limitano l’uscita del “SOFFIO”, della Voce.

 

Quante volte mi è capitato di sentire, dopo un lavoro di bioenergetica ed in particolare sul respiro e la voce,

 

espressioni del tipo : mi è cambiata la voce, non ho una voce arrabbiata, non ho bisogno di urlare, ho la voce ed il tono più calmi, non ho paura di esprimermi,  ho voce in capitolo, ecc.

 

Pertanto, se volete dare voce al vostro Sé dovete respirare, se volete comunicare in modo efficace dovete respirare, se volete vivere più a lungo nel benessere respirate.

Perché l’Ossigeno è Vita.

 

Share This